20/02/2014

Rapporto sul valore dell’animazione giovanile nell’UE


Questo studio UE appena pubblicato offre informazioni sul valore dell’animazione giovanile e le ricadute positive sui giovani, permettendo loro di: sviluppare abilità e competenze; rafforzare la loro rete e il capitale sociale; modificare comportamenti particolari. Secondo lo studio, oltre i risultati a livello individuale, l’animazione giovanile è una componente importante del nostro tessuto sociale, offrendo spazio per il contatto, lo scambio e l’impegno tra i giovani, nonché tra generazioni. Lo studio analizza la situazione specifica dei 28 Stati membri UE, mettendo in evidenza la situazione dell’animazione giovanile e il suo contributo al benessere e lo sviluppo dei giovani. In Europa operano diverse tipologie di attori e organizzazioni che svolgono attività legate ai giovani, ad esempio associazioni giovanili, centri giovanili, club, etc. Oltre alle attività degli operatori di strada, gli animatori giovanili offrono sostegno all’interno delle scuole, le librerie, o gli ospedali. Nonostante questa diversità, l’animazione giovanile ha come tratto comune quello di concentrarsi sui giovani, il loro sviluppo personale e la partecipazione volontaria.

Leggi il rapporto

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.