02/12/2016

Coalizione per le competenze e le occupazioni digitali dei cittadini europei


Ieri la Commissione ha dato l’avvio alla coalizione per le competenze e le occupazioni digitali in collaborazione con gli Stati membri, le imprese, le parti sociali, le ONG e gli operatori del settore dell’istruzione, al fine di soddisfare la forte domanda in Europa di competenze digitali, diventate essenziali nel mercato del lavoro e nella società attuali.

La coalizione per le competenze e le occupazioni digitali è una delle dieci grandi iniziative proposte dalla Commissione nell’ambito dell’agenda per le nuove competenze per l’Europa, presentata nel giugno di quest’anno. Una serie di partner, tra cui oltre 30 organizzazioni e gruppi quali European Digital SME Alliance, ESRI, SAP ECDL e Google, si impegnano a ridurre ulteriormente il deficit in materia di competenze digitali nell’ambito della coalizione per le competenze e le occupazioni digitali. La Commissione invita altre parti interessate a partecipare alla coalizione e ad aderire alla sua carta.

Le competenze digitali comprendono una serie di capacità di cui i cittadini possono avere bisogno, che spaziano dalla ricerca di informazioni e dallo scambio di messaggi online alla creazione di contenuti digitali, quali le applicazioni per la codifica. L’Europa manca di personale dotato di competenze digitali sufficienti per poter occupare i posti di lavoro vacanti in tutti i settori, con la conseguenza che da qui al 2020 mancheranno fino a 750 000 professionisti qualificati nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC). Tuttavia, la disoccupazione fra i giovani di età compresa tra 15 e 24 anni è pari a circa il 20% nell’UE. Più di un terzo della forza lavoro e, più in generale, circa il 45% dei cittadini europei possiede solo competenze digitali di base.

Entro il 2020 queste iniziative combinate dovrebbero consentire di:

  • formare 1 milione di giovani disoccupati per i posti di lavoro digitali disponibili mediante stage/tirocini, apprendistati e programmi di formazione a breve termine;
  • sostenere il miglioramento delle competenze e la riqualificazione della forza lavoro
  • modernizzare l’istruzione e la formazione per dare a tutti gli studenti e insegnanti l’opportunità di usare strumenti e materiali digitali nelle loro attività di insegnamento e apprendimento e di sviluppare e migliorare le proprie competenze digitali;
  • orientare nuovamente e utilizzare i fondi disponibili per sostenere le formazioni alle competenze digitali.

 

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.